- Home
- News & Updates

Il musical
- Un po' di storia
- Il New London Theatre
- La trama
- I personaggi
- Le canzoni
- Gli autori
- Il cast originale
- Altri cast di Cats

Due serate memorabili
- La chiusura a Broadway
- La chiusura a Londra

La fonte
- Thomas S. Eliot
- The Old Possum's Book of Practical Cats
- Altre poesie

Il Video
- La produzione
- Gli interpreti
- Il making of

Documentazione
- Discografia
- Bibliografia
- Approfondimenti

Cats in Italia
- Milano, 1995
- Milano, 2003...?

Downloads
- Midi
- Audio
- Video
- Informatical Cats

Zona Fan
- Resoconti di viaggio
- Premi
- Curiosità

Links
- Siti internet
- Fan-Fiction
- Fan-Art

- Chi è la Webmistress

                                La chiusura a Broadway

Il 7 ottobre 1982, Cats debuttava a Broadway per rimanervi la bellezza di 18 anni. Il 10 settembre 2000, infatti, il sipario calava sul palco del Winter Garden Theatre, alla presenza di Andrew Lloyd Webber, Trevor Nunn, Gillian Lynne e Betty Buckley (la prima Grizabella di Broadway).

Si trattava della 7.485esima volta in cui lo spettacolo veniva rappresentato. In realtà la data di chiusura era stata prevista per il 25 giugno, ma il passaparola dei fan disperati e il conseguente aumento nelle vendite dei biglietti permisero altri tre mesi di rappresentazioni. Le performance di Broadway, che videro avvicendarsi 284 artisti sul palco, fecero registrare incassi per più di 400 milioni di dollari, ma non poterono impedire all’interesse del pubblico di affievolirsi col tempo, tanto da non permettere più allo show di rimanere in cartellone. Lo stesso Webber non mancò di manifestare il suo disappunto per la chiusura, ma dovette arrendersi alle leggi del mercato che ben conosceva, osservando peraltro che “dopotutto 18 anni sono tanti nella vita di un gatto". Soprattutto se si considera che, all’esordio, alcuni critici avevano scritto: “Lo show manca di spina dorsale... durerà poco”.

Una sola attrice, Marlene Danielle (pron. Mar-lay-na Dan-yell), è rimasta in scena per tutti i 18 anni di produzione, dapprima come swing (artista che studia più di un ruolo, con il compito di sostituire i colleghi che si assentano per vacanza o malattia), in seguito interpretando i personaggi di Demeter e soprattutto di Bombalurina (nella foto), uno dei più significativi e impegnativi, e raggiungendo, come testimoniato da alcuni colleghi, lo stato dell'arte non solo nell'interpretazione del personaggio ma anche nella capacità di provvedere al complicatissimo trucco di scena in tempi da record. A lei il pubblico del Winter Garden Theatre, al termine dell'ultima rappresentazione, ha tributato l'applauso più caloroso.

La chiusura dello show è stata seguita da un affollatissimo Garage Sale, ovvero una vendita, aperta al pubblico, di materiali e oggetti di scena. Il successo dell'operazione ha dimostrato una volta di più l'interesse dei fan verso tutto ciò che va a costituire lo spettacolo, e il desiderio di "farne parte" possedendone un pezzetto.

Documenti:
- il filmato della CNN sull'ultima performance;
- sempre dalla CNN, un articolo di commento;
- le fotografie del sito Bombalurina's Cats Site sull'ultima performance;
- le fotografie del sito CatAnna's Jellicle Jungle sul Garage Sale;
- alcune fotografie del sito Cats About Town sul Garage Sale.